Vendita oro usato: guida completa

Se hai dell’oro da vendere o stai cercando di comprare oro usato, ecco una guida che ti sarà utile. In questa pagina approfondiremo le opzioni che hai a disposizione per negoziare il metallo prezioso senza lasciare il suo valore in mano agli intermediari. Soprattutto daremo spazio a come valutare il prezzo di mercato di una qualsiasi forma di oro, sia esso un lingotto, una moneta o un gioiello.

Prima di cominciare dovresti comunque sapere che negoziare oro fisico offline è sempre sconveniente. Gli intermediari, confidando nelle “spalle grosse” del franchising di cui fanno parte o del fatto che implicitamente si è creato un cartello dei prezzi, comprano oro a prezzi che non dovrebbero essere consentiti dalla Consob e lo rivendono a quello di mercato. Per questo consigliamo sempre di investire e disinvestire sul medio-lungo termine usando BullionVault e sul breve termine con i CFD sull’oro.

>>> Per approfondimenti: visita il sito ufficiale in italiano di BullionVault.it

Valutare l’oro usato

Per valutare l’oro usato è prima di tutto necessario fare due considerazioni: la prima è che l’oro (quello puro 24 carati) è quotato in Borsa. Questo significa che esiste una quotazione ufficiale di listino a cui tutti devono fare riferimento. Per questo non esiste del vero e proprio oro “usato”, in quanto l’oro è sempre oro.

Una delle proprietà fondamentali di questo metallo è che le sue caratteristiche fisiche e chimiche rimangono inalterate nel corso del tempo, dunque non esistono motivi per cui dovrebbe valere meno se ha già avuto un proprietario in passato.

La seconda considerazione necessaria è che l’oro puro esiste soltanto in alcune monete e nei lingotti. Quello usato in gioielleria, solitamente, ha un contenuto di metallo prezioso inferiore al 75%.

Al di sopra di questo grado di purezza sarebbe troppo difficile lavorarlo, ma il valore della lavorazione va considerato ed è anzi fondamentale nella quotazione di un gioiello. Inoltre è importante valutare anche il brand, che ha una sua importanza, ed il tipo di processo con cui il prodotto è stato lavorato.

Infine, come spesso accade, bisogna dare il giusto valore anche alla presenza di eventuali pietre preziose o semi-preziose incastonate nel gioiello.

vendere oro usato

Quando vendi o compri oro usato, controlla sempre la quotazione del giorno

In sintesi:

  • Un lingotto autorizzato dalla Banca d’Italia è sempre puro al 99,999% (24 carati) e di conseguenza va valutato esclusivamente in base alla valutazione dell’oro;
  • Una moneta Bullion, cioè da investimento, ha altrettanto valore sulla base del suo contenuto di oro puro. Anche in questo caso, quindi, è necessario fare riferimento al peso e al valore di Borsa del metallo e a nient’altro;
  • Le monete da collezione non sono di oro puro, anche se possono contenerlo in parte. In questo caso i prezzi sono comandati dall’incontro tra domanda e offerta, ma è possibile verificare facilmente quale sia il valore di mercato in un dato momento. Siti di intermediari quali Bolaffi o di aste come eBay possono dare un chiaro riferimento dell’effettivo valore di una moneta da collezione, anche se non si può considerare “indiscutibile” tale valutazione;
  • I gioielli sono i più difficili da valutare: in questo caso vanno considerati la quotazione dell’oro, il tipo di lavorazione, il brand che ha firmato il gioiello ed infine l’eventuale presenza di pietre preziose incastonate.

A quale intermediario affidarsi

Come già accennato, il problema dell’intermediazione è fondamentale quando si parla di oro. Purtroppo, essendo un bene che in molti vendono quando hanno un bisogno urgente di liquidità, molti negozianti si considerano autorizzati a sfruttare questo bisogno anziché porsi con serietà sul mercato.

In particolar modo è facile osservare come i Compro Oro sorgano con una rapidità impressionante in periodi di crisi economica e chiudano in gran parte quando ricomincia un periodo di crescita.

Le alternative che hai a disposizione per vendere oro usato sono:

  • I siti web di annunci o aste, con cui puoi sperare di incontrare qualche affarista privato consapevole di dover offrire più dei negozi fisici per accaparrarsi quel che hai da offrire;
  • Compro Oro e gioiellerie, dove il prezzo che viene fatto è solitamente inferiore almeno del 10% rispetto all’effettivo valore di mercato;
  • Il banco dei pegni, dove non si vende effettivamente oro ma lo si dà a garanzia di un prestito; alla restituzione del prestito viene riscattato il bene dato in garanzia;

Complessivamente, le gioiellerie e i banchi metalli autorizzati sono gli intermediari più seri. Dovendo mantenere l’autorità di un brand che si occupa seriamente del proprio business, se comprassero oro a prezzi troppo bassi finirebbero per macchiare la propria reputazione.

Al contrario, i Compro Oro ed i banchi dei pegni sono solitamente le attività che applicano le condizioni meno favorevoli per l’acquisto di oro.

Questi sono in grado di applicare fino al 20% di differenza tra il valore di mercato ed il prezzo di acquisto; notoriamente il loro mercato di riferimento sono le persone che più di tutte necessitano di monetizzare i gioielli che hanno in casa per pagare dei debiti o delle uscite di cassa imminenti, per cui malgrado la poca convenienza riescono a rimanere sul mercato. In ogni caso, non esiste un modello perfetto per la vendita dell’oro quando non si usa uno strumento online.

>>> Se vuoi comprare e vendere oro con il minimo delle commissioni ma il massimo della sicurezza, non rivolgerti ad un negozio. La nostra redazione ti consiglia BullionVault, un intermediario che da quasi vent’anni offre i suoi servizi sul web gestendo miliardi di dollari di valore con trasparenza e convenienza. Per approfondimenti: visita il sito ufficiale in italiano di BullionVault.it

vendita oro di seconda mano

Clicca quì per vendere oro su Bullionvault

I consigli utili per il tuo oro usato

Anche se è difficile preservare il valore dell’oro quando lo si rivende ad un intermediario, ci sono alcuni consigli utili che potresti seguire per massimizzare il tuo risultato. Si tratta di piccole accortezze che hanno un duplice scopo: da una parte dimostrare quanto valga effettivamente ciò che stai vendendo, dall’altra far capire subito al tuo interlocutore che non sei uno sprovveduto pronto ad accettare qualsiasi offerta. In particolare:

  • Presenta, se ce l’hai, la documentazione originale di acquisto. In questo modo l’origine dei tuoi lingotti, dei tuoi gioielli o delle tue monete d’oro sarà inequivocabile;
  • Richiedi la valutazione di un esperto indipendente e presentala al momento della vendita. Di fronte ad un documento firmato da un gioielliere o da un orefice che offre anche questo tipo di servizio, qualsiasi altro intermediario non potrà allontanarsi troppo dal valore stabilito dalla terza parte;
  • Consulta la quotazione dell’oro nel giorno in cui ti rechi presso il potenziale acquirente;
  • Pesa su una bilancia di precisione il tuo oro, affinché tu possa subito scoprire se quella utilizzata dalla tua controparte è truccata. Questo tipo di truffa, vecchio di millenni, sembra un’ipotesi remota. In realtà, specialmente tra il 2009 ed il 2014 -nel pieno della crisi economica- erano frequenti i casi di cronaca in cui si raccontava di arresti e processi per truffa dovuti a comportamenti di questo genere;
  • Consulta online i siti web dei negozi della tua zona per sapere quali applicano i prezzi di acquisto più alti; non ti accontentare mai della prima valutazione una volta in negozio, non dimostrare fretta nel vendere e di’apertamente che preferisci confrontare più proposte prima di vender;
  • Utilizza i siti di aste online per trovare gioielli o monete simili a quel che possiedi. Su eBay, ad esempio, puoi filtrare i risultati per “oggetti venduti”, sapendo esattamente a quale prezzo sono stati portati a termine le vendite; eventualmente, se il prezzo offerto dai negozianti fosse decisamente inferiore a quel che identifichi come valore di mercato dopo aver svolto la ricerca, potresti usare proprio questi marketplace per liquidare il tuo oro.

Anche se non potrai aspettarti la convenienza di BullionVault, sicuramente questi consigli ti metteranno al sicuro da speculazioni eccessive. In ogni caso ti invitiamo a lasciare la tua esperienza nei commenti, così da sviluppare insieme al resto della community di Investireinoro.org un insieme di raccomandazioni a chi, come te, desidera vendere il suo oro usato alle migliori condizioni di mercato possibili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

2017/2018 ©Investireinoro.org - La prima guida italiana dedicata esclusivamente alla compravendita di oro fisico e/o finanziario.